Tecniche all’insegna della volatilità

Esistono tecniche che possano essere utili nella gestione della volatilità delle quotazioni? Parliamo del metodo Keltner

tecniche-allinsegna-volatilitaL’andamento attuale delle quotazioni di borsa si caratterizza di forti scostamenti dei prezzi da valori medi. E’ diventato più difficile utilizzare gli oscillatori e gli stocastici e si ricorre ad altre tecniche di trading.

La differenza fondamentale fra i due stili di trading più ricorrenti si basa sul modo in cui si cerca di sfruttare le informazioni che scaturiscono dal mercato:

  • Trading tradizionale – il range, venutosi a creare attraverso la costruzione di livelli medi di brevissimo termine ci fa tradare in long (acquisto oggi per vendere domani) quando i movimenti dei prezzi si muovono in trend rialzista (la trendline attraversa la banda superiore). Non è la volatilità che ci insegna, però, ad anticipare il mercato.
  • Trading alternativo, valorizzato di più nei recenti tempi – sono state sviluppate nuove tecniche, in base alle quali il comportamento del trading dipende dall’intensità con cui i prezzi tendono a variare nel brevissimo periodo e dalla difficoltà con cui si riesce a prevederli con certezza.

Il metodo Keltner. In che cosa consiste?

La costruzione della media mobile deve tenere conto dello storico dei prezzi, da un livello massimo ad un livello minimo. E’ nella discrezionalità dell’analista selezionare l’indicatore con la giusta approssimazione. Il fatto di scegliere una media esponenziale, anziché una semplice, può aumentare la nostra percezione dei prezzi più recenti.

La volatilità è la tendenza dei prezzi ad allontanarsi dai livelli medi (deviazione standard) ed è possibile personalizzare la nostra percezione di tale scarto. Una volta determinata la media mobile sta all’analista decidere l’intensità del gap o della distanza fra essa ed i prezzi rilevati (ogni media mobile viene moltiplicata per una costante)

Tale stile di trading è poco adatto per i movimenti laterali del mercato, dato che, di solito, in queste fasi i prezzi si appiattiscono con una scarsa volatilità, molto probabilmente per un fenomeno di congestione del mercato (assenza di prevalenza della domanda o dell’offerta).

L’utilizzo del metodo Keltner conduce parimenti alla costruzione di bande ma non per uno stile tradizionale del trading, a cui meglio si prestano le bande di bollinger.

  

LETTURE

Aggiungi commento