Ma che ne sanno i 2000? Auguri, Generazione Z

Nel 2018, diverranno maggiorenni i nati nel 2000. Come vivrà la cosiddetta Generazione Z (o post-Millennials)? Quali saranno i trend del futuro?

Un paio d’anni fa, Gabry Ponte lanciava la sua nuova hit estiva “Che ne sanno i 2000“.

E’ bello ragionare, al ritmo di musica dance, di come siano differenti le abitudini e le conoscenze di chi è nato nel nuovo millennio.

Quest’anno, nel 2018, i nati nel 2000 diventano maggiorenni, per la gran parte delle legislature mondiali. Parliamo della cosiddetta Generazione Z (o post-Millennials). Tanti auguri!

Generazione Y e Generazione Z

Non esistono classificazioni rigide e ben definite, ma nell’utilizzo più diffuso dei termini, spulciando su Internet si possono trovare queste definizioni:

  • I Millennials (o generazione Y), sono indicativamente i nati tra il 1980 e il 2000.
  • La Generazione Z (o post-Millennials) comprende i nati dal 2000 in poi.

Premesso che, come ci dice Gabry Ponte, i 2000 non ne sanno molto dei Nirvana e dei Guns, di quando alle 3 c’era Bim Bum Bam, nè degli olandesi del Milan, la nostra domanda è: come vivrà e investirà questa nuova generazione che entra per la prima volta nel mondo degli adulti?

Abitudini e tendenze dei nuovi adulti

Capire su cosa investiranno i nuovi adulti, significa farsi un’idea di quelli che potranno essere i settori su cui puntare in futuro.

In pratica, significa andare alla ricerca dei cosiddetti megatrends, ovvero quelle tendenze che col tempo prenderanno piede e saranno all’ordine del giorno in un futuro più o meno immediato.

I nuovi servizi e le nuove mode potranno essere di 2 tipologie fondamentali:

  • Servizi già esistenti, che cambiano modalità di fruizione
  • Servizi di nuova introduzione, che oggi non esistono

Proviamo a lanciarci in un esercizio teorico, alla ricerca delle tendenze che guideranno i nuovi adulti.

Servizi online, semplici e rapidi

Possono essere siti internet o app del cellulare.

La parola d’ordine è “velocità“.

Permettono di soddisfare una esigenza (cercare un luogo di interesse, condividere esperienze, trovare notizie) e lo fanno in maniera quasi immediata, con pochi click e zero tempi di attesa.

Servizi a basso costo

Soprattutto nei paesi sviluppati (developed markets), è plausibile che la Generazione Z avrà meno risorse economiche e meno certezze delle generazioni precedenti.

Questo dovrebbe indurre i giovani a prediligere servizi con un costo abbordabile o praticamente nullo, che non sempre significa, soprattutto nell’online, rinunciare alla qualità.

La sharing economy, in tal senso, sarà un grande alleato delle generazioni future. Meno acquisti per sè, ma più noleggi o fruizione di servizi in condivisione (vedi car sharing, ad esempio).

Fintech

Soldi da spendere ce ne saranno meno, ma tutto sarà più smart. Anche la circolazione del denaro, ovviamente.

I servizi finanziari che sopravviveranno saranno quelli capaci di gestire anche piccolissime somme di risparmio, con costi bassi e magari con algoritmi personalizzati in base al profilo personale dei clienti.

Il tutto ovviamente confezionato in una app (o quello che sarà), carina e veloce, che permette acquisti rapidi e condivisione di somme di denaro con amici.

Tutto ciò che è green

Le nuovissime generazioni saranno ancora più attente all’ambiente e alle questioni di sostenibilità.

Cibo tendenzialmente più healthy (perlomeno nelle intenzioni), utilizzo di energie rinnovabili a costi più bassi, maggiore coinvolgimento nei processi produttivi delle realtà locali.

Il tutto, multinazionali permettendo.

Informatica e innovazione

Le nuove generazioni sono nate con il boom tecnologico e le innovazioni degli ultimi anni.

Tra poco i neonati sapranno già farsi un selfie nell’incubatrice.

Per molti, le auto che si guidano da sole o i robot a supporto dell’uomo sono una realtà immaginabile e realizzabile prima o poi. I nuovi giovani si aspettano di utilizzarle a brevissimo.

Per investire nel settore, focalizzatevi sulle paroline magiche: Intelligenza Artificiale, Robotica, Digitalizzazione, Sicurezza Informatica.

Approfondimenti

Si può trovare di tutto, se vuoi approfondire i temi megatrends e (post)millennials.

Chiaramente, nessuno prevede il futuro, quindi non si può definire con dettaglio maggiore quali saranno le tendenze dei prossimi decenni.

I temi indicati in precedenza tuttavia, stanno molto a cuore (almeno per ora), alle nuove generazioni.

Ho cercato tanti approfondimenti su questi temi e, se posso permettermi di consigliarti una risorsa che trovo illuminante, ti consiglio di guardare i filmati YouTube che ti indico di seguito.

Sono caricati nel canale di Matteo Flora, che ti consiglio di seguire se ti interessa scoprire quali sono le ultime tendenze del mondo di internet e come la nostra vita cambierà.

Ti riporto un suo intervento (il filmato è diviso in due parti), in cui sii parla di macrotrends e millennials, con un approccio molto pratico e diretto. Spero ti sia utile.

Prima parte:

  

Seconda parte:

  

 

  
  
  

Aggiungi commento